Super Bonus – Bonus Facciate, Ristrutturazione, Energetico – Sisma Bonus

Nell’estate scorsa, all’interno del decreto Rilancio, il governo ha deciso l’emissione del Superbonus 110. Questo Superbonus 110 consisteva e consiste tuttora in una detrazione fiscale del 110% su alcuni interventi di riqualificazione ambientale per lavori svolti tra il 1 Luglio 2020 e il 31 Dicembre 2021. Si parlava già di una proroga del superbonus e da poco è arrivata la conferma: infatti, Spetterà fino alla fine del 2023 il superbonus del 110% (con una riduzione al 70% nel 2024 e al 65% nel 2025) per i lavori effettuati dai condomìni sulle parti comuni condominiali e per quelli effettuati dai condòmini sui propri appartamenti.
Per le villette, invece, la proroga del superbonus del 110% fino al 31 dicembre 2022 è condizionata all’effettuazione di lavori per almeno il 30% dell’«intervento complessivo» entro il 30 giugno 2022.

Altri Bonus

BONUS RISTRUTTURAZIONI – SISMABONUS – BONUS GIARDINI – MOBILI E GRANDI ELETTRODOMESTICI – BONUS FACCIATE  – BONUS COLONNINE -BARRIERE ARCHITETTONICHE – ECOBONUS

Cosa devi sapere:

Ma attenzione! Il Superbonus non è una novità assoluta, infatti, magari meno conosciuti, ma erano già in vigore due bonus che garantivano una possibilità di detrazione fiscale dal 50% all’85%, applicabili per:

– interventi di riqualificazione del patrimonio edilizio (conosciuto come Sismabonus)
– interventi di riqualificazione energetica (con il nome di Ecobonus)

La novità però è nella forma della detrazione, a cui infatti da quest’anno si potrà accedere in anticipo tramite le forme giuridiche:

– dello sconto dal fornitore
– e della cessione del credito.

Come si può accedere:

Il superbonus è una detrazione di imposta, e di conseguenza ha effetto sull’ammontare dell’imposta ma non sul reddito imponibile lordo, e non sull’ammontare dell’aliquota fiscale.

Il decreto distingue tra due tipi di interventi: trainanti e trainati. Alla prima categoria di interventi trainanti spettano i bonus maggiori. Questi Superbonus sono applicati anche agli interventi trainati solo se eseguiti insieme ad interventi trainanti.

Ulteriori dettagli:

  • Gli interventi trainanti
    • Isolamento Termico: su una superficie maggiore del 25% della superficie disperdente lorda.
    • Sostituzione di impianti di climatizzazione, raffrescamento, riscaldamento e fornitura d’acqua
    • Interventi Antisismici
  • Gli interventi trainati

    Questi interventi possono accedere al Superbonus solo se eseguiti in contemporanea con almeno uno degli interventi di cui sopra, e sono:

    • Lavori di efficientamento energetico
    • Installazione di colonnine di ricarica per mezzi elettrici
    • Impianti solari fotovoltaici
    • Installazione di sistemi di accumulo
  • Chi può accedere al Superbonus

    Ricordiamo che il Superbonus non si applica agli edifici classificati come abitazioni signorili, ville e castelli.

    E di conseguenza il bonus è accessibile da:

    • condomìni
    • persone fisiche
    • Istituti di case popolari
    • Cooperative ed imprese no-profit
    • Associazioni sportive dilettantistiche

    In particolare la detrazione spetta al soggetto che abbia sull’immobile un diritto reale di godimento (proprietà, nuda proprietà, uso, usufrutto, abitazione, superficie). O al locatario che esegua i lavori con il consenso del proprietario.

  • I requisiti per essere ammessi al Superbonus

    Affinché i lavori siano ammessi al Superbonus essi dovranno rispettare i requisiti imposti dal Ministero dello Sviluppo Economico.

    • E dovranno assicurare un miglioramento di almeno 2 classi energetiche dell’edificio in seguito ai lavori. E come si misura? Bisogna richiedere un Attestato di Prestazione Energetica (APE) prima e dopo i lavori.
    • Accederete al Superbonus se i lavori vi consentiranno di passare da una classe energetica E ad una classe energetica C, per esempio.